Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Chi siamo / About Us

[Please scroll down for the English version]

La sezione traduttori editoriali Strade in Slc-Cgil è attiva dalla primavera del 2016.

Il nostro obiettivo principale è la salvaguardia e la promozione del lavoro di tutti i traduttori che operano, in via esclusiva o parziale, in regime di diritto d’autore. Intendiamo inoltre arrivare gradualmente alla determinazione di minimi di compenso e incoraggiare la creazione di un fondo specifico che sostenga l’attività dei traduttori editoriali e la loro formazione. Ulteriori obiettivi sono la revisione della legge sul diritto d’autore (con particolare riferimento alla durata della cessione di diritti e allo sfruttamento dei diritti secondari) e una gestione più trasparente dei proventi della reprografia (le fotocopie).

Strade vuole porsi come punto di riferimento non solo per i traduttori editoriali, ma anche per tutti i lavoratori del diritto d’autore, coinvolgendoli in percorsi e obiettivi sindacali comuni.
Le nostre attività si svolgono a livello nazionale e internazionale. Siamo membri del CEATL (Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires), partecipiamo alla Consulta del Lavoro Professionale Cgil e siamo tra i partner della Casa delle Traduzioni di Roma.

I tesserati della sezione Strade hanno diritto a servizi specifici quali la consulenza fiscale e legale. Vi è inoltre la possibilità di ricorrere alla mutua integrativa Elisabetta Sandri, frutto di una convenzione con la società di mutuo soccorso milanese Insieme Salute. Per maggiori informazioni, consultate la sezione Convenzioni.

La nostra storia

Strade nasce come associazione senza scopo di lucro il 30 gennaio 2012, a seguito dell’esperienza maturata in otto anni di impegno sindacale come sezione tematica del Sindacato Nazionale Scrittori (SNS).
Nel dicembre 2012, Strade ha siglato un protocollo di intesa con Slc Cgil, stabilendo un reciproco patto di consultazione per tutte le tematiche inerenti alle azioni rivendicative e alle trattative contrattuali di settore. I risultati raggiunti grazie a questa collaborazione hanno convinto i soci di Strade a optare per la confluenza nel sindacato confederale.

Insieme a Slc, nel corso dei suoi primi quattro anni di attività Strade ha infatti aperto importanti tavoli di trattativa con gli editori, stilando piani di rientro per decine di traduttori in sofferenza e vigilando sulla loro attuazione. Di grande rilevanza anche l’accordo stipulato con Slc e Odei (l’Osservatorio degli editori indipendenti) sotto il segno delle buone pratiche per un’editoria sana, rispettosa di tutte le figure che producono contenuti – a cominciare dal traduttore. In Italia, una novità assoluta.

L’organigramma della sezione comprende:

Il coordinamento nazionale (Stefania Buonamassa, Simone Buttazzi, Elisa Comito, Marina Pugliano, Eva Valvo);
la squadra comunicazione (Isabella Zani; Simone Buttazzi, Alice Casarini, Federica D’Alessio, Valentina Mecca, Francesca Sassi, Valentina Schettini, Denise Silvestri, Eva Valvo);
il gruppo consulenza contrattuale (Elisa Comito; Pamela Cologna, Tiziana La Cecilia);
la consulenza fiscale (Sandra Biondo);
la nostra rappresentante presso il CEATL, Eva Valvo.

L’associazione culturale StradeLab

All’attività sindacale della sezione si affiancano, a partire dal 2017, le iniziative formative e culturali portate avanti dall’associazione StradeLab, che riprende un filone molto ricco avviato da Strade sindacato autonomo: incontri di orientamento professionale, seminari di aggiornamento, convegni sui diversi aspetti del lavoro editoriale, attività di sostegno e diffusione della cultura libraria, presenza in occasione di importanti manifestazioni come il Salone del Libro di Torino, Più Libri Più Liberi, Tempo di Libri, la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, le Giornate della Traduzione Letteraria di Urbino.

About Us

Strade, the section of SLC-CGIL [the communication workers’ union affiliated to CGIL] representing translators working in publishing, has been operating since spring 2016.

Our main goal is to protect and promote the interests of all translators who work, partly or wholly, with texts governed by Italian authors’ rights law. We also aim to gradually work out minimum payment requirements and encourage the creation of a specific fund to support the work and training of translators in the publishing industry. Further aims include changes to authors’ rights law (particularly in terms of the length of time for which rights are granted and of secondary rights exploitation), and a more transparent system for managing the proceeds of reprography (photocopies).

Strade seeks to be a reference point, not only for translators, but also for everyone working under authors’ rights law, involving people in projects and goals that are shared between different unions. We are active both on a national and on an international level. We are members of CEATL (European Council of Literary Translators’ Associations), are represented in the Consulta del Lavoro Professionale CGIL [the CGIL council representing self-employed professionals and freelancers] and are a partner of the Casa delle Traduzioni (a resource centre for translators in Rome, sponsored by the Italian foreign ministry).

Members of Strade have the right to access specific services, such as legal and tax advice. There is also the opportunity to apply for health insurance from the Elisabetta Sandri fund, set up in agreement with Insieme Salute, a health insurance company based in Milan. See Accords for more information.

History

Strade was created on 30 January 2012 as a non-profit organisation, after eight years as the translators’ section in the Sindacato Nazionale Scrittori (National Writers’ Union). In December 2012, Strade and SLC-CGIL signed a protocol, reciprocally agreeing to consult each other on all matters relating to contractual negotiations. This collaboration achieved positive results, which convinced the membership of Strade that the union should merge with CGIL.

In collaboration with SLC-CGIL, Strade, in its first four years as a union, opened negotiations with publishers, drafted debt rescheduling plans for translators in financial difficulty and monitored how those plans were implemented. Its agreement with SLC and ODEI [an organisation representing independent publishers] – which sets out guidelines for good practice which would make publishing a healthy industry respectful of all those creating content for it– is also extremely important and an absolute first in Italy.

Strade administrative officials:

National coordinating committee – Stefania Buonamassa, Simone Buttazzi, Elisa Comito, Marina Pugliano, Eva Valvo;

Communications team – Isabella Zani; Simone Buttazzi, Alice Casarini, Federica D’Alessio, Francesca Sassi, Valentina Schettini, Denise Silvestri, Eva Valvo;

Contractual advice team – Elisa Comito; Pamela Cologna, Tiziana La Cecilia;

Tax advisor – Sandra Biondo;

Representative in CEATL – Eva Valvo.

StradeLab Cultural Association

Alongside Strade’s work as a trade union, since 2017 StradeLab has been promoting training and cultural initiatives, continuing the rich and varied work started by Strade, when it was an unaffiliated union. Its activities include career guidance meetings, refresher courses, conferences on different aspects of work in publishing, supporting and raising awareness of book culture, and taking part in important events, such as the Turin International Book Fair, Più Libri Più Liberi in Rome, Tempo di Libri in Milan, the Bologna Children’s Book Fair, and Giornate della Traduzione Letteraria in Urbino.

cerca nel sito


Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Strade-Slc su Facebook

StradeLab su Facebook

RSS Seguici su Twitter