Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Chi siamo

La sezione traduttori editoriali Strade in Slc-Cgil è attiva dalla primavera del 2016.

Il nostro obiettivo principale è la salvaguardia e la promozione del lavoro di tutti i traduttori che operano, in via esclusiva o parziale, in regime di diritto d’autore. Intendiamo inoltre arrivare gradualmente alla determinazione di minimi di compenso e incoraggiare la creazione di un fondo specifico che sostenga l’attività dei traduttori editoriali e la loro formazione. Ulteriori obiettivi sono la revisione della legge sul diritto d’autore (con particolare riferimento alla durata della cessione di diritti e allo sfruttamento dei diritti secondari) e una gestione più trasparente dei proventi della reprografia (le fotocopie).

Strade vuole porsi come punto di riferimento non solo per i traduttori editoriali, ma anche per tutti i lavoratori del diritto d’autore, coinvolgendoli in percorsi e obiettivi sindacali comuni.
Le nostre attività si svolgono a livello nazionale e internazionale. Siamo membri del CEATL (Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires), partecipiamo alla Consulta del Lavoro Professionale Cgil e siamo tra i partner della Casa delle Traduzioni di Roma.

I tesserati della sezione Strade hanno diritto a servizi specifici quali la consulenza fiscale e legale. Vi è inoltre la possibilità di ricorrere alla mutua integrativa Elisabetta Sandri, frutto di una convenzione con la società di mutuo soccorso milanese Insieme Salute. Per maggiori informazioni, consultate la sezione Convenzioni.

La nostra storia

Strade nasce come associazione senza scopo di lucro il 30 gennaio 2012, a seguito dell’esperienza maturata in otto anni di impegno sindacale come sezione tematica del Sindacato Nazionale Scrittori (SNS).
Nel dicembre 2012, Strade ha siglato un protocollo di intesa con Slc Cgil, stabilendo un reciproco patto di consultazione per tutte le tematiche inerenti alle azioni rivendicative e alle trattative contrattuali di settore. I risultati raggiunti grazie a questa collaborazione hanno convinto i soci di Strade a optare per la confluenza nel sindacato confederale.

Insieme a Slc, nel corso dei suoi primi quattro anni di attività Strade ha infatti aperto importanti tavoli di trattativa con gli editori, stilando piani di rientro per decine di traduttori in sofferenza e vigilando sulla loro attuazione. Di grande rilevanza anche l’accordo stipulato con Slc e Odei (l’Osservatorio degli editori indipendenti) sotto il segno delle buone pratiche per un’editoria sana, rispettosa di tutte le figure che producono contenuti – a cominciare dal traduttore. In Italia, una novità assoluta.

L’organigramma della sezione comprende:

Il coordinamento nazionale (Stefania Buonamassa, Simone Buttazzi, Elisa Comito, Giuseppina Oneto, Marina Pugliano);
la squadra comunicazione (Isabella Zani; Simone Buttazzi, Federica D’Alessio, Valentina Schettini, Denise Silvestri, Eva Valvo);
il gruppo consulenza contrattuale (Elisa Comito; Pamela Cologna, Tiziana La Cecilia);
la consulenza fiscale (Sandra Biondo);
la nostra rappresentante presso il CEATL, Laura Cangemi.

L’associazione culturale StradeLab

All’attività sindacale della sezione si affiancano, a partire dal 2017, le iniziative formative e culturali portate avanti dall’associazione StradeLab, che riprende un filone molto ricco avviato da Strade sindacato autonomo: incontri di orientamento professionale, seminari di aggiornamento, convegni sui diversi aspetti del lavoro editoriale, attività di sostegno e diffusione della cultura libraria, presenza in occasione di importanti manifestazioni come il Salone del Libro di Torino, Più Libri Più Liberi, Tempo di Libri, la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, le Giornate della Traduzione Letteraria di Urbino.

Cerca nel sito

Loading

Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Facebook