Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Lettera B

Bandella
Vedi Aletta.

Battuta
Il carattere che viene battuto e lo spazio che occupa, così come lo spazio tra una parola e l’altra. È la base usata per il calcolo delle dimensioni di un file di testo, necessarie per il pagamento del compenso al traduttore.

Bibliografia
Dal greco antico βιβλιογραφία, che significa “descrizione dei libri”. Opera che contiene un elenco sistematico di libri e pubblicazioni, ordinati secondo criteri di tecnica bibliografica basata su regole comuni di ricerca, trascrizione e descrizione delle opere. La bibliografia di un testo raccoglie i riferimenti a tutti i testi e le pubblicazioni che l’autore ha consultato e utilizzato per la stesura. I dati essenziali per citare un libro sono: cognome e nome autore/coautore, titolo dell’opera, numero edizione, luogo edizione, casa editrice (collana), anno di pubblicazione. Per gli articoli: cognome e nome autore/coautore (anno), ‘titolo dell’opera’, titolo della rivista, luogo edizione, casa editrice, volume, numero, (giorno), (mese), numero di pagina iniziale e finale. Infine, per i capitoli di libri e per i saggi in opere collettive: cognome e nome autore/coautore (anno), titolo del saggio, titolo dell’opera collettiva, nome e cognome del coautore, numero dell’edizione, luogo edizione, casa editrice, numero del volume, numero della pagina iniziale e finale (attenzione: l’abbreviazione corretta di pagina è “p.” e non pag., quella di pagine è “pp.” e non pagg.). In tutti questi casi, se l’opera è tradotta, oltre all’autore originale va indicato il traduttore.

Bozza
Le “bozze” sono la stampata del documento .pdf con l’impaginato finale di un testo. Vengono lette dal correttore di bozze, che deve verificare l’eventuale presenza di refusi ed errori di battitura, doppi spazi, stacchi saltati, righe monche in testa alla pagina, righini, ma vengono rilette anche dall’autore e da un redattore e/o revisore, che ne verificano il contenuto e la coerenza interna. Anche il traduttore ha il diritto di rileggere le bozze dei libri che traduce (la sezione della legge sul diritto d’autore n. 633 del 1941, per brevità “LDA”, riguardante il contratto di edizione parla espressamente di diritto/dovere), perché ciò gli consente non solo un’ultima verifica, ma anche il controllo sugli interventi effettuati dal revisore. Il traduttore può esercitare questo diritto anche prima della composizione delle ultime bozze di stampa, rivedendo il testo un po’ alla volta insieme al revisore, ma è essenziale che non vengano aggiunte modifiche da lui non conosciute e approvate. Si tratta di un diritto inalienabile, indipendentemente dal tipo di contratto, in quanto posto a tutela del diritto morale all’integrità dell’opera, che implica il diritto di opporsi a qualsiasi modificazione che possa essere di pregiudizio all’opera stessa o all’onore e alla reputazione dell’autore.

Cerca nel sito

Loading

Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Facebook