Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Mutua Sandri: otto anni visionari

La mutua Elisabetta Sandri è uno dei pilastri dell’offerta di Strade ai propri iscritti. Nel 2019 la convenzione con Insieme Salute compie otto anni. Ideata agli albori di Strade sindacato autonomo e ora integrata nel pacchetto di convenzioni di Strade-Slc e StradeLab, la mutua Sandri resta un esempio virtuoso di welfare a portata dei cosiddetti lavoratori atipici quali sono i traduttori operanti in regime di diritto d’autore. Abbiamo chiesto alla nostra Elena Doria una testimonianza sui primi passi di questa avventura mutualistica.

È il 1° novembre 2011, quando Strade stipula la sua convenzione di tutela sanitaria su misura per traduttori con la società milanese di mutuo soccorso Insieme Salute, dedicando l’accordo a una collega scomparsa prematuramente: Elisabetta Sandri, che pur colpita da una malattia gravissima si era spesa fino all’ultimo per i diritti di tutte le lavoratrici e i lavoratori indipendenti. Da allora la parola mutualismo è tornata alla ribalta come pratica o rivendicazione di molti soggetti del mondo del lavoro, rientrando nei programmi di organizzazioni politiche e sindacali, di associazioni di professionisti con partita Iva e di lavoratori autonomi a vario titolo.
(continua a leggere…)

Tesseramento 2019 a Strade-Slc e StradeLab

Il tesseramento alla sezione in Slc-Cgil e all’associazione StradeLab è aperto. Per il 2019, il costo della tessera sindacale è fissato a 35 euro.

I requisiti per tesserarsi e la procedura di iscrizione o rinnovo restano invariati.

Chi è già membro di Strade-Slc può iscriversi a StradeLab versando 15 euro. Anche in questo caso la procedura resta invariata.

Attenzione: StradeLab ha un proprio conto, quindi bisogna procedere a bonifici distinti.

Chi volesse iscriversi solo a StradeLab come associata/o può farlo versando 50 euro.

Qui un agile documento riassuntivo di entrambe le procedure d’iscrizione.

STradE confluisce in Slc Cgil

pubblicato il in Comunicati 2016

“A quattro anni dalla sua nascita, STradE compie un grande passo ed entra a far parte del Sindacato Lavoratori della Comunicazione. La sezione Strade – Traduttori editoriali esiste ufficialmente da metà maggio. Il tesseramento è aperto.” Lo annuncia una nota congiunta della Segreteria nazionale Slc Cgil  e della Segreteria nazionale STradE.

“Una decisione, quella dei professionisti iscritti a STradE, che premia i risultati raggiunti grazie al protocollo d’intesa stipulato con Slc Cgil sul finire del 2012. Insieme a Slc, STradE ha aperto importanti tavoli di trattativa con gli editori, stilando piani di rientro per decine di traduttori in sofferenza e vigilando sulla loro attuazione. Risale inoltre a poche settimane fa l’accordo tra STradE, Slc e Odei (l’Osservatorio degli editori indipendenti) sotto il segno delle buone pratiche per un’editoria sana, rispettosa di tutte le figure che producono contenuti – a cominciare dal traduttore. In Italia, una novità assoluta.”
“La confluenza di STradE in Slc segna quindi il rafforzamento di un percorso già avviato che ha come principale scopo, quanto mai urgente, quello di salvaguardare e valorizzare il mestiere di tradurre libri.”
“I servizi di consulenza fiscale e legale offerti dal sindacato traduttori editoriali resteranno attivi – spiega la nota –  così come la possibilità di ricorrere alla mutua integrativa Elisabetta Sandri, frutto di una convenzione con la società di mutuo soccorso milanese Insieme Salute. In agenda, la determinazione di minimi di compenso e un fondo specifico che sostenga l’attività dei traduttori editoriali e la loro formazione.”
“STradE ed Slc intendono inoltre lanciare un segnale politico – conclude il comunicato: il sindacato confederale è la casa di tutti i lavoratori, anche gli autonomi, gli atipici o, nel caso degli iscritti a STradE, i traduttori operanti in regime di diritto d’autore. Traduttori-autori, ma soprattutto lavoratori con diritti e dignità da far valere in un mercato sempre più complesso.”

Segreteria nazionale STradE                                                               Segreteria nazionale Slc Cgil

Traduzione e traduttori su Pagina99

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2016

Pagina99, il “quotidiano del weekend” del 13 febbraio, a firma di Emanuele Tirelli ha pubblicato un’inchiesta a doppia pagina su croci e delizie del tradurre. Eccola qui per voi: buona lettura!

20160213_weekend99_042

20160213_weekend99_043

 

PROTOCOLLO D’INTESA EDITORI-TRADUTTORI SIGLATO DA ODEI – SLC – STRADE

pubblicato il in Comunicati 2016

Domenica 3 aprile 2016, ore 10:00

Milano, Book Pride – Fiera nazionale dell’editoria indipendente, Sala Flatlandia, Via Bergognone 34

Intervengono:

Lorenzo Flabbi, editore e socio Odei

Francesco Sole, Slc Cgil

Elisa Comito, STradE – Sindacato traduttori editoriali

Domenica 3 aprile 2016 a Milano, nell’ambito della seconda edizione di Book Pride, sarà fissato un momento di svolta nell’editoria italiana indipendente: ODEI (Osservatorio degli editori indipendenti), Slc Cgil (Sindacato lavoratori della comunicazione della Cgil) e STradE (Sindacato traduttori editoriali) firmeranno il protocollo d’intesa “Le buone pratiche per un’editoria sana”, impegnandosi reciprocamente a rispettare le Linee guida concordate per un rapporto giusto fra editori e traduttori.

(continua a leggere…)

cerca nel sito


Strade è sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Strade su Facebook

StradeLab è partner del