Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Il nuovo vademecum legale-fiscale

Dopo la presentazione al Salone del libro di Torino è ora disponibile il nuovo vademecum di Strade.

Si tratta della terza edizione. Le coautrici sono le nostre Elisa Comito, Sandra Biondo e Giovanna Scocchera. Impaginazione a cura di Sylvia Buonamassa.

Tra i nuovi contenuti, una versione aggiornata del contratto modello di edizione di traduzione scaricabile in pdf da questa pagina.

Come ricevere il vademecum.

Nuovo beneficio SIAE per gli autori

Dopo i ristori del 2020 e del 2021, anche quest’anno autori, artisti e mandatari – inclusi i traduttori e le traduttrici editoriali – potranno usufruire di un nuovo beneficio SIAE per contrastare gli effetti della pandemia, in base al Decreto n. 303 del 28-07-2022 del Ministro della Cultura, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previsto dall’articolo 90 del Decreto-legge n. 18-2020 “Cura Italia”. Sono state stanziate a tal fine le risorse provenienti dalla quota del 10% della copia privata, per un ammontare di circa 12,6 milioni di euro.

Tutte le informazioni sul nuovo beneficio SIAE sono disponibili a questo link.

I criteri restano pressoché identici a quelli del primo ristoro: cambia l’anno di riferimento della dichiarazione dei redditi. Le domande devono essere presentate entro il 12-10-2022.

Riportiamo di seguito un brano importante: “Il Decreto pubblicato stabilisce, per accedere al contributo per la categoria autori, una soglia di reddito complessivo lordo non superiore a 20.000 euro nel 2020 ed un reddito autorale minimo del 20% del reddito complessivo lordo e comunque non inferiore a 1.000 euro. Il contributo assegnato potrà essere al massimo pari al 50% del reddito autorale liquidato nel 2020, per un importo massimo di 4.000 euro.”

Pillole di contratto – Risposte/8

pubblicato il in Pillole di contratto

Col nuovo lunedì arriva la risposta all’ottava domanda delle nostre “Pillole di contratto”. Ricordiamo che si parlava dell’indicazione del nome del traduttore sul volume, e si chiedeva se:

  1. Va richiesta dal traduttore durante la trattativa contrattuale
  2. È obbligatoria, perché prevista dalle norme vigenti
  3. Sarebbe buona prassi, ma la decisione finale spetta all’editore, che valuta se inserirla o no anche in base alle scelte grafiche della casa

Come ha risposto l’88% di voi, la risposta esatta è la numero 2.

PERCHÉ?
(continua a leggere…)

Traduttori e altri autori riammessi a Più Libri Più Liberi

pubblicato il in Comunicati 2014

I negoziati condotti da SLC-CGIL e STradE – Sindacato Traduttori Editoriali, con le sigle di autori e illustratori, per rientrare tra gli operatori professionali con diritto all’accredito alla fiera “Più Libri Più Liberi” sono giunti a buon fine!

Fabio Del Giudice, direttore di “Più Libri Più Liberi”, ha riconosciuto esplicitamente il nostro ruolo come “assi portanti della filiera del libro”. Fin da ora è possibile accreditarsi come “visitatori professionali”, alla sola condizione di aver tradotto un libro negli ultimi 5 anni (o tradurlo in questo momento).

E non è che l’inizio.

Pillole di contratto/8

pubblicato il in Pillole di contratto

Date le recenti novità importanti, per una volta la nuova domanda delle “Pillole di contratto” è slittata al giovedì. Eccoci quindi all’ottava domanda, questa volta sull’indicazione del nome del traduttore…

(continua a leggere…)

cerca nel sito


Strade è sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Strade su Facebook

StradeLab è partner del