Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Prima adozione ufficiale del contratto modello

Il giorno 1 agosto a Bologna la Sezione traduttori editoriali Strade, insieme alla rappresentanza locale di Slc-Cgil, ha stipulato un accordo col Centro Editoriale Dehoniano (C.E.D.) per l’adozione del contratto modello di edizione di traduzione.

L’accordo impegna il C.E.D. a utilizzare come schema contrattuale per le traduzioni in diritto d’autore il modello elaborato da Strade. Si tratta di un precedente di rilievo, in quanto il contratto modello non era mai stato adottato ufficialmente da un editore.

In base all’accordo, Strade e i colleghi bolognesi di Slc monitoreranno l’uso che il C.E.D. si appresta a fare della falsariga contrattuale, ideata per salvaguardare i diritti dei traduttori editoriali e incoraggiare le buone pratiche.

Il coordinamento nazionale Strade-Slc

Le nuove linee guida per contratti equi del CEATL

Alla sezione “In Europa” del menu di navigazione trovate alcune importanti risorse:

  • l’Esalogo delle buone prassi, anno 2011;
  • le nuove linee guida per contratti di traduzione equi (maggio 2018), in inglese e nella versione italiana tradotta dalla nostra Marina Rullo;
  • in appendice alle linee guida, un approfondimento sul “work made for hire”.

I documenti sono frutto del lavoro del CEATL, di cui Strade è membro.

STradE aderisce all’iniziativa “500 no al MiBACt”

pubblicato il in Comunicati 2013

Con un bando del 6 dicembre 2013, consultabile qui con i suoi allegati, il Ministero dei beni e delle attività culturali e turistiche (MiBACT) ha lanciato un programma di formazione di 12 mesi denominato “500 Giovani per la cultura”: i destinatari della selezione sono 500 laureati sotto i 35 anni di età che dovranno inventariare e digitalizzare il patrimonio culturale italiano presso gli istituti e i luoghi di cultura statali.

Se l’idea di base è condivisibile, il bando adotta però criteri che scontentano tutti, col risultato di escludere da una parte un’intera generazione esistente di professionisti 40- e 50enni, e di mortificare dall’altra quelli che vorrebbe inserire – i laureati under 35 con votazione minima di 100/110 e certificazione di inglese almeno livello B2 – cioè i giovani che il bando si propone di formare. Una volta superata la selezione, infatti, il trattamento prevede un’indennità economica di 5.000 (cinquemila) euro lordi annui per 600 ore complessive.

Ma sono già centinaia di migliaia i giovani e i meno giovani, sotto e sopra i 35 anni, iper-formati, in possesso di laurea, specializzazione, dottorati e master, ma precari o disoccupati, in attesa che il MiBACT affronti la riorganizzazione e pianificazione a lunga scadenza che potrebbe trasformarli in lavoratori regolarmente assunti: laddove rispetto a questo bando è ragionevole ipotizzare che, terminato il “tirocinio”, molti di loro torneranno a casa, con la sola speranza di essere tra i fortunati che, il ministro ha ventilato, saranno stabilizzati ope legis, cioè senza concorso.

Per rivendicare buona occupazione e rispetto per i professionisti della cultura italiana, STradE aderisce alla richiesta generale di immediato ritiro del bando, e chiede a tutti i colleghi, alle organizzazioni, alle associazioni e ai comitati di categoria di aderire alla manifestazione dei Professionisti dei Beni Culturali l’11 gennaio 2014. Vi invitiamo a leggere l’appello allegato e ad adoperarvi per la massima diffusione e partecipazione.

Qui i link al sito web dell’iniziativa e alle pagine Facebook e questo l’indirizzo e-mail per aderire personalmente: 500no@archeologi.org .

[Post aggiornato rispetto alla prima pubblicazione, alla luce delle modifiche ministeriali al bando.]

Auguri e iscrizioni

pubblicato il in Comunicati 2013

gelicidio su sempreverde - copyrightSTradE, il Sindacato dei traduttori editoriali, augura a tutti i soci, gli associati e gli amici della traduzione letteraria serene festività invernali e una partenza di slancio per il 2014… e perché non cominciare l’anno nuovo iscrivendosi all’unico sindacato italiano che lavora per voi? Cliccate qui!

Ad altra voce (Roma, 6.12.2013)

pubblicato il in Eventi

Roma, 6 dicembre 2013
Hotel dei Congressi, viale Shakespeare 29 (zona EUR), ore 9.30-13.30

AD ALTRA VOCE
I traduttori editoriali in Italia: chi sono, come lavorano, di che cosa hanno bisogno

Introduce: Daniele Petruccioli
Segreteria nazionale STRADE (Sindacato Traduttori Editoriali)

Presentano il rapporto di ricerca “Dalla parte dei traduttori”: Florinda Rinaldini, Daniele Dieci
IRES Emilia Romagna (Istituto Ricerche Economiche e Sociali)

Coordina il dibattito aperto: Elisabetta Ramat
SLC-CGIL nazionale (Sindacato Lavoratori della Comunicazione)

Intervengono:
Davide Imola, Responsabile Consulta delle professioni CGIL
Massimo Cestaro, Segretario generale SLC CGIL
Lavoratori del settore e rappresentanti sindacali territoriali e nazionali

CONCLUDE: ELENA LATTUADA, SEGRETARIO NAZIONALE CGIL

Slc-Cgil Nazionale, IRES Emilia Romagna, STRADE, Slc-Cgil Roma e Lazio

 

Cliccare qui per la locandina (.pdf).

cerca nel sito


Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Strade su Facebook

RSS Seguici su Twitter