Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Prima adozione ufficiale del contratto modello

Il giorno 1 agosto a Bologna la Sezione traduttori editoriali Strade, insieme alla rappresentanza locale di Slc-Cgil, ha stipulato un accordo col Centro Editoriale Dehoniano (C.E.D.) per l’adozione del contratto modello di edizione di traduzione.

L’accordo impegna il C.E.D. a utilizzare come schema contrattuale per le traduzioni in diritto d’autore il modello elaborato da Strade. Si tratta di un precedente di rilievo, in quanto il contratto modello non era mai stato adottato ufficialmente da un editore.

In base all’accordo, Strade e i colleghi bolognesi di Slc monitoreranno l’uso che il C.E.D. si appresta a fare della falsariga contrattuale, ideata per salvaguardare i diritti dei traduttori editoriali e incoraggiare le buone pratiche.

Il coordinamento nazionale Strade-Slc

Le nuove linee guida per contratti equi del CEATL

Alla sezione “In Europa” del menu di navigazione trovate alcune importanti risorse:

  • l’Esalogo delle buone prassi, anno 2011;
  • le nuove linee guida per contratti di traduzione equi (maggio 2018), in inglese e nella versione italiana tradotta dalla nostra Marina Rullo;
  • in appendice alle linee guida, un approfondimento sul “work made for hire”.

I documenti sono frutto del lavoro del CEATL, di cui Strade è membro.

STradE alla conferenza stampa indetta da SLC

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2014

STradE – Sindacato Traduttori Editoriali parteciperà alla conferenza stampa indetta da SLC presso la sede nazionale della Cgil (Corso d’Italia 25 – Roma), martedì 21 ottobre 2014 alle 11.30, per esprimere le criticità delle categorie atipiche e creative.

Sarà un’occasione per denunciare problemi contrattuali, di compensi e di buone (o cattive) pratiche che toccano i traduttori e altre categorie che lavorano in ambito creativo.

AGGIORNAMENTO:

(continua a leggere…)

Pillole di contratto/3

pubblicato il in Pillole di contratto

Siamo arrivati alla terza delle nostre “Pillole di contratto” le domande per imparare qualcosa sui diritti contrattuali dei traduttori. Ecco la terza domanda.

Lunedì 20 verrà pubblicata la risposta, mentre qui potete trovare domande e risposte precedenti.

Pillole di contratto – Risposte/2

pubblicato il in Pillole di contratto
La seconda domanda delle nostre “pillole di contratto” riguardava i diritti :
Il traduttore editoriale è il detentore dei diritti morali e patrimoniali sull’opera da lui creata. Quando, tramite regolare contratto, concede all’editore di pubblicare la propria opera, gli sta concedendo lo sfruttamento dei diritti:

(continua a leggere…)