Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Tesseramento 2020 a Strade-Slc e StradeLab

Il tesseramento alla sezione in Slc-Cgil e all’associazione StradeLab è aperto. Per il 2020, il costo della tessera sindacale resta a 35 euro.

Anche i requisiti per tesserarsi e la procedura di iscrizione o rinnovo non subiscono variazioni di rilievo. L’unica riguarda la causale, da formulare così: STRADE-TESS20-(COGNOME NOME).

Chi è già membro di Strade-Slc può iscriversi a StradeLab versando 15 euro seguendo l’apposita procedura. Attenzione: il conto di StradeLab è cambiato. Nei vademecum in pdf è indicato quello nuovo. Per la doppia iscrizione Strade-Slc e StradeLab sono indispensabili due bonifici distinti.

Chi volesse iscriversi solo a StradeLab come associata/o può farlo versando 50 euro.

Qui un agile documento riassuntivo di entrambe le procedure d’iscrizione.

Miseria e traduzione

I traduttori editoriali guadagnano troppo poco.

Strade ha deciso di lanciare una campagna permanente – #miseriaetraduzione – che ha mosso i primi passi grazie al lavoro di promozione dei nostri eventi a Più libri più liberi, in particolare la tavola rotonda di venerdì 6 dicembre 2019. Alcuni membri di Strade si sono fatti fotografare brandendo la dichiarazione dei redditi, con cifre non invidiabili.

Che fare in concreto? Tra gli obiettivi di Strade c’è l’istituzione di un fondo per la traduzione editoriale verso l’italiano sul modello di quelli già presenti in altri paesi europei. Un’idea sottoscritta da più di 3000 persone, in attesa di un dispositivo di legge praticabile e adatto allo scopo. La campagna #miseriaetraduzione ha l’obiettivo di porre sotto i riflettori sia l’esiguità dei nostri redditi, sia il dramma di una filiera che rischia di perdere un ganglio fondamentale. Dove non c’è lavoro equamente retribuito non ci può essere professionalità.

(continua a leggere…)

Traduttori e altri autori riammessi a Più Libri Più Liberi

pubblicato il in Comunicati 2014

I negoziati condotti da SLC-CGIL e STradE – Sindacato Traduttori Editoriali, con le sigle di autori e illustratori, per rientrare tra gli operatori professionali con diritto all’accredito alla fiera “Più Libri Più Liberi” sono giunti a buon fine!

Fabio Del Giudice, direttore di “Più Libri Più Liberi”, ha riconosciuto esplicitamente il nostro ruolo come “assi portanti della filiera del libro”. Fin da ora è possibile accreditarsi come “visitatori professionali”, alla sola condizione di aver tradotto un libro negli ultimi 5 anni (o tradurlo in questo momento).

E non è che l’inizio.

Pillole di contratto/8

pubblicato il in Pillole di contratto

Date le recenti novità importanti, per una volta la nuova domanda delle “Pillole di contratto” è slittata al giovedì. Eccoci quindi all’ottava domanda, questa volta sull’indicazione del nome del traduttore…

(continua a leggere…)

Lettera a Fabio Del Giudice, direttore di Più Libri Più Liberi

pubblicato il in Comunicati 2014
Proseguono le iniziative in reazione all’affaire “Più Libri Più Liberi”, che quest’anno non riconosce traduttori e altri autori tra le “categorie professionali” che hanno diritto all’accredito alla mostra: ecco la lettera con cui STradE, SLC-CGIL e altre associazioni di autori chiedono risposte chiare da parte di Fabio Del Giudice, direttore della fiera della piccola e media editoria “Più Libri Più Liberi”, dopo che ai nostri primi, immediati contatti hanno fatto riscontro esponenti dell’AIE ignari della decisione e poi una sfuggente risposta del Del Giudice che alludeva solo al fatto che la «gratuità riconosciuta agli autori era tra quelle più onerose».
Se ne parla anche sul manifesto.

Gentile dottor Del Giudice,

la ringraziamo della celere risposta e della disponibilità.
La nostra richiesta di chiarimenti non era volta a ottenere agevolazioni o ingressi gratuiti per una cerchia ristretta, bensì (continua a leggere…)

cerca nel sito


Strade è sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Strade su Facebook

StradeLab è partner del