Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

Traduciamo il lavoro in diritti: tesseramento 2017

 

 

 

 

TRADUCIAMO IL LAVORO IN DIRITTI

Aperta la campagna di tesseramento 2017 a Strade-SLC (Sindacato Lavoratori Comunicazione CGIL, Sezione Traduttori Editoriali)

Iscriversi, perché?

  • Perché solo Strade ti fornisce una consulenza fiscale personalizzata che ti assiste con il pagamento delle imposte, e di cui puoi già usufruire per l’Unico2017;
  • Perché solo Strade ti offre una consulenza contrattuale mirata, pre- e post-firma, per accompagnarti nelle trattative con i committenti;
  • Perché solo Strade ti mette in contatto con un legale convenzionato e specializzato in diritto d’autore, se hai bisogno di pareri o assistenza in giudizio;
  • Perché solo Strade ha una mutua sanitaria su misura, che ti aiuta se ti ammali, ti infortuni o devi assistere un famigliare in difficoltà;
  • Perché solo la sezione sindacale Strade è affiancata dall’associazione culturale StradeLab, che ti dà occasioni d’incontro, discussione e formazione professionale… in breve:

PERCHÉ SOLO STRADE TI RAPPRESENTA COME TRADUTTORE E LAVORATORE INDIPENDENTE

sotto l’egida del più grande sindacato italiano, come testimoniano le intese raggiunte e le azioni portate a termine con la committenza editoriale.

E potrà farlo sempre meglio se vieni anche tu: insieme faremo di più.

Traduciamo il lavoro in diritti

tesseramento[at]traduttoristrade.it

Strade rilancia la proposta di un fondo a sostegno della traduzione editoriale

La sezione traduttori editoriali Strade Slc-Cgil e l’associazione StradeLab rilanciano, in occasione del Festival delle Letterature Migranti, la petizione «Un aiuto alla traduzione è un aiuto alle idee»; ideata nel 2012, si può firmare qui:

https://www.avaaz.org/it/petition/Un_aiuto_alla_traduzione_e_un_aiuto_alle_idee/

Una petizione sempre valida poiché, in seguito alla grave crisi che da anni attanaglia il comparto editoriale, il numero dei titoli tradotti continua a ridursi inesorabilmente (17,6% nel 2015, contro il 24% del 2002). Ora più che mai la traduzione editoriale necessita di sussidi in appoggio ai professionisti che la praticano: Strade chiede quindi un fondo statale in grado di garantire compensi equi e l’accesso alla formazione permanente.

Nel corso degli ultimi cinque anni si sono visti timidi segnali in questa direzione, come la proposta di legge Zampa depositata nel 2014 alla Camera col n. 2267 e nel 2015 col n. 3453, che contiene un articolo – il 5 – centrato sulla creazione di un fondo ma limitato alla traduzione di opere italiane nelle lingue straniere. Ecco perché Strade-Slc e StradeLab hanno deciso di rilanciare la petizione nell’ambito del Festival delle Letterature Migranti, inaugurando un percorso comune a difesa del libro e delle culture.

Alle oltre tremila firme già raccolte, negli ultimi giorni si è aggiunto l’importante sostegno del sindaco Leoluca Orlando, del direttore del festival Davide Camarrone e di Giorgio Vasta, neodirettore creativo di Book Pride.

Il coordinamento nazionale Strade, sezione di Slc-Cgil

Il direttivo dell’associazione StradeLab

Raggiunta l’intesa per il CCNL dei Grafici ed editoriali (traduttori compresi)

pubblicato il in Comunicati 2014

Di recente davamo notizia del procedere delle trattative sul rinnovo del contratto collettivo di lavoro (CCNL) dei Grafici ed editoriali: il negoziato ci riguardava e ci riguarda, perché per la prima volta nella storia della contrattazione collettiva nazionale sul tavolo c’erano anche proposte relative all’assistenza sanitaria integrativa e al compenso minimo per i lavoratori autonomi, oltre che per dipendenti e parasubordinati.

Oggi siamo felici di annunciare che nella giornata del 16 ottobre scorso l’intesa è stata raggiunta, e al momento viene ratificata dalle assemblee dei lavoratori. Qui potete leggere il comunicato congiunto delle organizzazioni sindacali, che in ogni caso riassumiamo.

(continua a leggere…)

Pillole di contratto – Risposte/3

pubblicato il in Pillole di contratto

Arriva il lunedì e porta con sé la risposta alla domanda sulle “Pillole di contratto”.

La terza domanda riguardava il diritto d’autore:

Come si stabilisce se una traduzione rientra o meno nel diritto d’autore?

Abbiamo ricevuto in tutto 115 risposte, così distribuite:

Lo decidono l’editore e il traduttore al momento della stipula del contratto 15 13%
Può rientrare nel diritto d’autore solo se sulla pubblicazione compare il nome del traduttore 11 10%
Dipende dalla natura del testo 89 77%

(continua a leggere…)

STradE al Pisa Book Festival

pubblicato il in Eventi

Domenica 9 novembre 2014, all’interno del Pisa Book Festival, è prevista a cura di Ilide Carmignani una ricchissima giornata di incontri sulla traduzione: riportiamo sotto il programma (e qui il comunicato stampa), tra cui segnaliamo in particolare l’incontro dal titolo “Lavorare in tempo di crisi” con la nostra Elisa Comito.

(continua a leggere…)

STradE alla conferenza stampa indetta da SLC

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2014

STradE – Sindacato Traduttori Editoriali parteciperà alla conferenza stampa indetta da SLC presso la sede nazionale della Cgil (Corso d’Italia 25 – Roma), martedì 21 ottobre 2014 alle 11.30, per esprimere le criticità delle categorie atipiche e creative.

Sarà un’occasione per denunciare problemi contrattuali, di compensi e di buone (o cattive) pratiche che toccano i traduttori e altre categorie che lavorano in ambito creativo.

AGGIORNAMENTO:

(continua a leggere…)

Pillole di contratto/3

pubblicato il in Pillole di contratto

Siamo arrivati alla terza delle nostre “Pillole di contratto” le domande per imparare qualcosa sui diritti contrattuali dei traduttori. Ecco la terza domanda.

Lunedì 20 verrà pubblicata la risposta, mentre qui potete trovare domande e risposte precedenti.

pagina 10 di 38« prima pagina...91011...2030...ultima pagina »

Cerca nel sito

Loading

Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Facebook