Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter
Archivio area Comunicati

Fallimento di ISBN Edizioni srl

pubblicato il in Comunicati 2015

Segnaliamo a tutti i colleghi, iscritti e no, che il 27 luglio 2015, con provvedimento dell’autorità giudiziaria, Il Tribunale di Milano ha aperto la procedura di fallimento per ISBN Edizioni srl.

(continua a leggere…)

Nota congiunta sul caso Lit: verso un negoziato

pubblicato il in Comunicati 2015
In seguito alle legittime rivendicazioni degli ex collaboratori esterni del gruppo editoriale Lit, meglio noti come “Volontari Involontari”, al recente annuncio del gruppo stesso (‘Una precisazione necessaria’) e ad altre segnalazioni pervenuteci, STradE – Sindacato Traduttori Editoriali comunica di aver cercato, insieme a Slc-Cgil, contatti diretti con Lit al fine di chiarire e risolvere al più presto la situazione dei crediti non ancora saldati. Apprezziamo la risposta positiva dei rappresentanti del gruppo e la loro disponibilità a un incontro, in cui riponiamo speranze di un esito soddisfacente per tutte le parti in causa.

STradE
Slc-Cgil
Volontari Involontari

Vogliamo tutti la stessa cosa: STradE, gli editori che non pagano e gli editori che pagano

pubblicato il in Comunicati 2015

L’antefatto è già noto a molti. Un venerdì di maggio lo scrittore anglo-indiano Hari Kunzru scrive su Twitter che l’editore milanese Isbn non ha mai versato l’anticipo pattuito per la pubblicazione del romanzo di sua moglie Katie Kitamura; il romanzo è stato tradotto da Vincenzo Latronico ed è uscito in Italia – solo in versione e-book – nell’autunno del 2014 con il titolo Knock-out. Il tweet di Kunzru viene rapidamente ripreso da autori e traduttori, e la palla di neve diventa una valanga diretta soprattutto contro il co-fondatore e direttore di Isbn Edizioni Massimo Coppola. Si può leggere un primo resoconto della vicenda su Wired Italia, a firma di Paolo Armelli, o il bell’approfondimento (e allargamento di prospettiva) che vi dedica Christian Raimo sul blog Minima&Moralia.
Dunque, da giorni i traduttori editoriali twittano come mai prima. Twittano in quanto creditori di Isbn o di altre case editrici; oppure per solidarietà con i colleghi; discutono della questione tra loro – ma anche con redattori e persino editori – sulle mailing list professionali e su Facebook; si scambiano i link ai vari articoli che compaiono on-line e, naturalmente, si chiedono se Strade, l’unica associazione professionale italiana con la specifica missione di rappresentare i traduttori letterari, abbia preso una posizione. (continua a leggere…)

cerca nel sito


Strade è sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Strade su Facebook

StradeLab è partner del