Logo Mail Logo Facebook Logo Twitter

più cultura per lo sviluppo

pubblicato il in Comunicati 2013

logo_abbracciamo_cultura

Conferenza stampa di presentazione delle proposte della coalizione Abbracciamo la Cultura in vista delle elezioni politiche 2013.

24 gennaio 2013 –  CGIL, Corso d’Italia, 25, Roma
ore 10.30 – 13.00

La coalizione Abbracciamo La Cultura è nata per rafforzare il lavoro di tanti che a fronte dall’estrema e diffusa difficoltà dei settori che riguardano la formazione, la ricerca, la tutela, la promozione, la valorizzazione dei beni e delle attività culturali si propongono l’obiettivo di rilanciare le politiche culturali nel nostro Paese attraverso proposte concrete e iniziative di sensibilizzazione.

In particolare la Coalizione chiede un impegno straordinario sui seguenti temi:

  • cultura materia prima italiana: utilizziamo solo una parte della nostra ‘risorsa cultura’, a volte le occasioni si di­sperdono, le opportunità ci sfuggono. Occorre un sistema partecipato di programmazione pluriennale integrata, che possa contare su un ciclo di investimenti produttivi, capaci di esprimere una reale domanda di lavoro qualificato. Per fare programmazione per la cultura serve una cultura della programmazione, interdisciplinare che faccia dialogare i diversi livelli istituzionali;
  • cultura = lavoro: è necessario che il lavoro per conservare, valorizzare, gestire i beni e le attività culturali disponga di un convinto sostegno in termini sia professionali che di stabilità e diritti. è necessaria la formazione continua degli operatori, che accompagni un progressivo ricambio generazionale. Occorre promuovere le competenze necessarie allo svolgimento di attività ad alta specializzazione professionale. Insieme si devono affermare le necessarie garanzie normative e retributive per il lavoro nei settori culturali. Per poter operare in questi ambiti le imprese devono essere dotate di qualità tecnologica, professionale, e di dimensione adeguata;
  • apprendimento permanente e partecipazione attiva: occorre promuovere la partecipazione attiva dei cittadini alla fruizione delle opportunità culturali, alla definizione delle scelte e degli obiettivi e all’elaborazione dei piani strategici che coinvolgono gli specifici territori. La scuola pubblica e l’università hanno e sempre più devono avere un ruolo fondamentale per far maturare linguaggi e strumenti utili all’accrescimento culturale. Una collettività che apprende terrà viva l’offerta culturale. I beni comuni tangibili e intangibili devono essere accessibili come componenti essenziali della qualità ambientale e sociale;
  • risorse attivabili: investire risorse pubbliche, portandole almeno alla media europea, è un buona scelta per lo sviluppo. Risorse che non devono essere disperse in rivoli separati e privi di trasparenza, senza una visione strategica, come troppo spesso avviene. E’ invece indispensabile cogliere le priorità strutturali e le opportunità offerte dalle vocazioni territoriali, per orientare sinergicamente anche le disponibilità di parte privata. Per queste ragioni la Coalizione Abbracciamo la cultura invita le cittadine e i cittadini a sottoscrivere e sostenere l’appello Più cultura per lo sviluppo da rivolgere alle forze politiche che si candidano a governare il Paese.

Abbracciamo la cultura è una coalizione di soggetti collettivi attiva dal 2010, espressione della società civile, del lavoro dipendente, delle professioni in campo culturale e del mondo per il quale beni ed attività culturali rappresentano un impegno professionale e un diritto sociale irrinunciabile. Nella fase di avvio della Coalizione hanno aderito oltre 100 sigle tra cui:AGENQUADRI – AIB (Associazione Italiana Biblioteche) – ANA (Associazione Nazionale Archeologi) – ARCI – Assotecnici (Associazione Nazionale dei Tecnici per la tutela dei beni culturali, ambientali, paesaggistici) – AUSER – CGIL – CIA (Confederazione Italiana Archeologi) – FEDERAGIT (Guide Turistiche Confesercenti)- FIteL (Federazione Italiana Tempo Libero) – IA.CS (Italian Association of Conservation Scientists) – IAML Italia (Associazione Italiana delle Biblioteche, Archivi, Centri di documentazione musicali)- INU (Istituto Nazionale d’Urbanistica) – LEGAMBIENTE

L’iniziativa sarà anche trasmessa in video streaming anche sui siti delle organizzazioni aderenti.

Per informazioni www.abbracciamolacultura.it

 

Commenta!

Cerca nel sito

Loading

Sezione di

Logo CGIL SLC

Strade è membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Facebook