Logo Gmail Skype Logo feed RSS Logo Facebook Logo Twitter Logo LinkedIn salta direttamente al contenuto

Negoziati TTIP: editoria esclusa dall’“eccezione culturale”

Uno spettro si aggira per l’Europa”: se il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti tra Unione Europea e Stati Uniti passerà così come viene discusso al momento, senza fare dell’editoria un’esplicita «eccezione culturale», i Paesi europei rischiano di non poter più sussidiare né proteggere in alcun modo la loro produzione letteraria. Con questo comunicato, apparso in lingua inglese sul sito del CEATL, proviamo a spiegarvi perché questo è un problema. (continua a leggere…)

Un anno di STradE

PrintA poche settimane dal terzo anniversario della sua fondazione con la nuova sigla si chiude per Strade un anno che grazie all’impegno di Segretari, collaboratori e tesserati, e alla proficua collaborazione con altre organizzazioni, ci ha visti attivi su molti fronti e ci ha condotto a risultati degni di nota: e oggi, nell’augurare a tutti una serena conclusione di questo 2014, ci fa piacere ripercorrerlo insieme a voi. (continua a leggere…)

ReRePre, SLC e STradE sul manifesto a proposito delle ispezioni di Milano

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2015

Nel contesto delle recenti indagini dell’Ispettorato del lavoro di Milano, al termine delle quali Mon­da­dori e Rcs Libri dovranno tra­sfor­mare i con­tratti di col­la­bo­ra­zione dei redattori “precari” in con­tratti a tempo indeterminato, il manifesto (7.3.2015, p. 5) parla di ReRePre e di Slc Cgil, menzionando anche STradE. Ecco qui la versione web.

Intervista a Gabriella Gregori su “Ma se domani…”

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2015

Una bella intervista alla nostra Gabriella Gregori sul “prezioso lavoro del traduttore”:

Un buon traduttore dev’essere moltissime cose, i primi tre aggettivi che mi vengono in mente sono pignolo, curioso e umile.

Davide Imola (1962-2014)

pubblicato il in Comunicati 2014

Davide ImolaNel pomeriggio di sabato 20 dicembre a Roma un male insidioso si è portato via Davide Imola, uomo di spicco della CGIL e responsabile nazionale della Consulta delle Professioni, l’organismo nato per dare voce ai lavoratori autonomi, indipendenti e atipici e alle loro istanze fin lì inascoltate.

Davide era un uomo intelligente e concreto, integro e generoso; intendeva l’attività sindacale nel modo più inclusivo e per questo è stato il primo interlocutore attento e interessato del gruppo di traduttrici e traduttori che poi è diventato Strade: il quale, senza il suo contributo di ascolto, partecipazione, stimoli e consigli, non sarebbe mai diventato un’associazione sindacale autonoma, con un suo proficuo rapporto con la Confederazione grazie al protocollo d’intesa con SLC e una sua capacità di dialogare costruttivamente con controparti e istituzioni ai massimi livelli.

(continua a leggere…)

La gogna e il dialogo

pubblicato il in Comunicati 2014

Nei giorni scorsi è stato portato all’attenzione di Strade un sito di esplicite segnalazioni pubbliche, spesso anonime, di aziende nel settore dei media che, dopo aver commissionato lavori a professionisti, non li hanno pagati.

Naturalmente, data la cronica morosità di molti editori italiani nei confronti dei traduttori e di altri collaboratori, l’iniziativa è subito piaciuta a molti colleghi, fuori e dentro Strade, i quali si sono attivati per saperne di più e soprattutto hanno sollecitato l’opinione del Sindacato in merito: ora i segretari di Strade hanno avuto modo di confrontarsi tra loro e con la Squadra Comunicazione, e hanno definito una posizione contraria all’adesione o alla replica di quest’iniziativa in particolare.

(continua a leggere…)

12.12.14 Mobilitazione nazionale per il lavoro: STradE con i lavoratori della Carocci

pubblicato il in Comunicati 2014

12 DICEMBRE 2014, Giornata di mobilitazione nazionale per il lavoro: Strade sostiene i lavoratori della Carocci editore contro il piano industriale della proprietà.

300x300Siamo traduttori editoriali, siamo lavoratori autonomi, per noi lo sciopero è una questione privata: se anche ci astenessimo dal lavoro, nessuno se ne accorgerebbe. Ma siamo vicini a tutti i lavoratori e le lavoratrici dell’editoria che lottano ormai da tempo contro la progressiva sottrazione di tutele, contro le esternalizzazioni senza contropartita, contro lo svuotamento di senso della loro opera e competenza: e adesso anche contro la prospettiva di perdere, molto semplicemente, il posto di lavoro e lo stipendio con il quale mantengono sé stessi e le proprie famiglie. Come sta succedendo ai lavoratori della Carocci, casa editrice romana che da quasi 35 anni è sinonimo di saggistica – e non solo – di qualità, curata nel contenuto e nella forma. (continua a leggere…)

pagina 1 di 34123...102030...ultima pagina »

Contattaci

Iscrizioni

Cerca nel sito

Loading

Affiliato a SLC CGIL

Logo CGIL SLC

Membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook