Logo Mail Skype Logo Facebook Logo Twitter Logo LinkedIn salta direttamente al contenuto

Buon 2016 da STradE

La Genesi racconta che i primi uomini avevano un solo linguaggio: questo li rese così ambiziosi e così destri che cominciarono a costruire una torre alta fino al cielo. Dio fu offeso dalla loro audacia, e li punì sottilmente: non con la folgore, ma confondendo i loro linguaggi, il che rese impossibile proseguire la loro opera blasfema. … Se ne può concludere che le differenze linguistiche erano sentite come una maledizione fin dai tempi remoti. Una maledizione esse sono rimaste, come sa chi ha dovuto soggiornare, o peggio lavorare, in un paese di cui non conosceva la lingua … Inoltre, a livello più o meno consapevole, per molti chi parla un’altra lingua è lo straniero per definizione, l’estraneo, lo “strano”, il diverso da me, e il diverso è un nemico potenziale, o almeno un barbaro: cioè, etimologicamente, un balbuziente, uno che non sa parlare, un quasi-non-uomo. Per questa via, l’attrito linguistico tende a diventare attrito razziale e politico, altra nostra maledizione.
Ne dovrebbe seguire che chi esercita il mestiere di traduttore o d’interprete dovrebbe essere onorato, in quanto s’adopera per limitare i danni della maledizione di Babele; invece questo di solito non avviene[1], perché tradurre è difficile … il traduttore viene pagato male, e chi potrebbe essere o diventare un buon traduttore si cerca un mestiere più redditizio.
[…]
(Primo Levi, da “Tradurre ed essere tradotti”, in L’altrui mestiere, 1a ed. Giulio Einaudi editore, Torino 1985)

La fine del 2015 ha visto apparire per la prima volta l’opera omnia in traduzione inglese[2] di uno tra i massimi autori del nostro Novecento, Primo Levi, con prefazione del premio Nobel per la letteratura Toni Morrison; un evento letterario capitale, e senza precedenti in questa forma per uno scrittore italiano.
Quest’anno Strade sceglie quindi le parole dedicate da Levi – che fu anche scrupoloso e felice traduttore, di prosa e poesia – al mestiere di tradurre per augurare una felice conclusione del 2015 e un 2016 ricco di soddisfazioni, successi e riconoscimenti a iscritti, associati, partner vecchi e nuovi, amici della traduzione e amici dei libri, con l’auspicio di un mondo sempre meno “balbuziente” e sempre più ricco di versioni del reale e dell’immaginario in un’altra lingua.

Tanti auguri,
Sindacato Traduttori Editoriali

 

[1] “Levi soggiunge che ciò non avviene per una quantità di problemi economici, sociali, politici. Resta il fatto che il suo ragionamento colloca l’attività del tradurre agli antipodi del Lager. Non sarebbe una forzatura affermare che ogni traduttore è un anti-Eichmann … La traduzione non è solo un lavoro umanistico, è un lavoro umano e umanitario che si fa per diminuire la stranezza dello straniero.” (Domenico Scarpa, In un’altra lingua, Lezioni Primo Levi 6, Giulio Einaudi editore, Torino 2015)

[2] Tra le molte persone a cui si deve questo sforzo monumentale e appassionato, teniamo senz’altro a ricordare i traduttori Alessandra Bastagli, Francesco Bastagli, Jonathan Galassi, Ann Goldstein, Jenny McPhee, Anne Milano Appel, Michael F. Moore, Nathaniel Rich, Antony Shugaar e Stuart Woolf, coordinati dalla stessa Ann Goldstein e assistiti dal valente italianista Domenico Scarpa.

Strade a Più Libri Più Liberi

pubblicato il in Comunicati 2015

fiera1Ricordiamo agli iscritti e agli amici di STradE – Sindacato Traduttori Editoriali, ma anche a tutti i traduttori, gli autori, i lavoratori dell’editoria e i semplici lettori, che fino a martedì 8 dicembre 2015 è in corso al Palazzo dei Congressi di Roma (zona Eur, stazione Eur Fermi della linea B della metro) Più Libri Più Liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria (aperta dalle 10 alle 20).

fiera2

Allo stand T63, al primo piano, potrete trovare noi di STradE, insieme alla Sezione Nazionale Scrittori del SLC-CGIL, il sindacato dei lavoratori della comunicazione, a vostra disposizione per offrirvi materiale, consulenze, informazioni e due chiacchiere (nonché, se ne saranno rimasti, anche un biscotto).

fiera3
Sul sito della fiera trovate ovviamente il programma, l’elenco degli espositori (tra cui case editrici amate, un po’ meno amate e semplici conoscenti) e tutte le informazioni su come arrivare al Palazzo dei Congressi e sulle agevolazioni per i visitatori professionali.

Lettera aperta sulla Casa delle Traduzioni

pubblicato il in Comunicati 2015

STradE – Sindacato Traduttori Editoriali
ROMA
AITI – Associazione Italiana Traduttori e Interpreti
Casalecchio di Reno (BO)

Alla dr.ssa
Maria Cristina Selloni
Direttrice Biblioteche di Roma
Via G. Zanardelli 36
00186 Roma

e p.c.

Al Commissario Prefettizio al Comune di Roma, dr. Francesco Paolo Tronca
Alla Direttrice del Dipartimento Attività Culturali e Turismo del Comune di Roma, dr.ssa Cinzia Padolecchia
Alla Responsabile Servizio Staff Presidenza e CdA dell’ente Biblioteche di Roma, dr.ssa Paola Pisanelli
Al Responsabile Area Gestione Risorse Umane, dr. Massimiliano Ciaffi
Al Responsabile Area Risorse Economiche, dr. Stefano Imperi

Lettera aperta sulla riduzione dell’orario della Biblioteca Casa delle Traduzioni

Roma, 10 novembre 2015

Egregia dottoressa Selloni,
Egregio signor Commissario,
Gentili destinatarie e destinatari,

STradE (Sindacato Traduttori Editoriali) e AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti), in qualità di partner e amici della Biblioteca romana “Casa delle Traduzioni” fin dalla sua apertura, apprendono con profondo stupore e rammarico la decisione di ridurre gli orari di apertura al pubblico della biblioteca a soli due giorni a settimana, per un totale di 14 ore.

(continua a leggere…)

Fallimento di ISBN Edizioni srl

pubblicato il in Comunicati 2015

Segnaliamo a tutti i colleghi, iscritti e no, che il 27 luglio 2015, con provvedimento dell’autorità giudiziaria, Il Tribunale di Milano ha aperto la procedura di fallimento per ISBN Edizioni srl.

(continua a leggere…)

Nota congiunta sul caso Lit: verso un negoziato

pubblicato il in Comunicati 2015
In seguito alle legittime rivendicazioni degli ex collaboratori esterni del gruppo editoriale Lit, meglio noti come “Volontari Involontari”, al recente annuncio del gruppo stesso (‘Una precisazione necessaria’) e ad altre segnalazioni pervenuteci, STradE – Sindacato Traduttori Editoriali comunica di aver cercato, insieme a Slc-Cgil, contatti diretti con Lit al fine di chiarire e risolvere al più presto la situazione dei crediti non ancora saldati. Apprezziamo la risposta positiva dei rappresentanti del gruppo e la loro disponibilità a un incontro, in cui riponiamo speranze di un esito soddisfacente per tutte le parti in causa.

STradE
Slc-Cgil
Volontari Involontari

STradE a Radio Onda d’urto

pubblicato il in Rassegna Stampa del 2015

La nostra Isabella Zani è stata ospite della trasmissione radiofonica “Flatlandia” di Radio Onda d’urto in cui, traendo spunto dalla traduzione (con il nostro Daniele A. Gewurz) di Tutta la luce che non vediamo di Doerr – romanzo per il quale l’autore ha recentemente vinto il premio Pulitzer per la narrativa – si parla di traduzione e di Strade.

La trasmissione si può sentire qui (nel file mp3 raggiungibile dal link “Ascolta o scarica…”, la parte con l’intervento di Isabella inizia al minuto 29:30).

pagina 1 di 36123...102030...ultima pagina »

Contattaci

Iscrizioni

Cerca nel sito

Loading

Affiliato a SLC CGIL

Logo CGIL SLC

Membro di

Logo Consulta del Lavoro professionale CGIL
Logo CEATL

Risorse utili

Link utili
Il glossario dell'editoria

Seguici su Facebook